Collaboratori e Licenziamento: 5 ragioni sul perchè succede

Sono diverse le ragioni per cui i tuoi collaboratori decidono di optare per il licenziamento.

Magari scelgono di seguire il coniuge o il partner negli spostamenti in tutto il Paese, oppure prediligono stare a casa con i figli, o ancora decidono di reinventarsi e cambiare carriera, oppure di ritornare a studiare.

Collaboratori e Licenziamento: 5 ragioni sul perchè succede

Queste sono tutte motivazioni che per un datore di lavoro sono difficili da affrontare, non viene da una mancanza diretta dell’azienda, anzi, sono eventi della vita della persona, si tratta di scelte del tutto personali soggette all’esistenza e quindi non si può far altro che accettarle.

Tuttavia, i motivi elencati rappresentano solo una piccola parte delle cause di licenziamento.

Nella maggioranza dei casi, le ragioni che spingono qualcuno ad abbandonare il posto dipendono direttamente dal datore di lavoro. Dalla cultura aziendale, alla percezione degli spazi lavorativi, alle opportunità di crescita, sono tutte caratteristiche che rispondono direttamente all’impronta che il “capo” ha deciso di apportare per la propria azienda.

Quindi, come tenere i talenti?

Uno dei modi per riuscire a convincere i propri collaboratori di rimanere, e quindi annullare l’idea del licenziamento, è di riuscire a capire cosa effettivamente stanno pensando.

Prova a  rispondere ad una delle seguenti domande:

🔸 Sono contenti del loro lavoro?
🔸 Le loro esigenze di sfida, appartenenza, sviluppo e lavoro significativo vengono soddisfatte?
🔸 Hanno la comunicazione, la risoluzione dei problemi, il feedback e il riconoscimento di cui hanno bisogno dal loro capo?

Se non saprai cosa dire ad almeno uno di questi punti, allora ti consiglio di continuare a leggere, perchè oggi ti voglio spiegare quali sono le 5 principali ragioni per cui le persone si licenziano. Inoltre, ti dirò come potrò esserti d’aiuto per costruire insieme te una people strategy di successo col sistema Manuagere.

1  – Motivi di Licenziamento: Il rapporto col capo

L’amicizia tra titolare e collaboratori può esistere finché non si supera la porta d’entrata dell’azienda.

Sul posto di lavoro il capo deve essere amichevole, ma ciò non vuol dire concedere

alle persone troppe libertà, bisogna comunque mantenere una certa autorevolezza e cercare di evitare favoritismi.

Imprenditori piccole medie imprese Fattoria dei Talenti Manuagere leadership

Al contempo, avere una relazione tossica col proprio superiore mina l’impegno, la fiducia ed aiuta ad espandere un clima di negatività negli spazi di lavoro.

Non metto in dubbio che la posizione del Leader sia semplice da gestire, ma bisogna provare ad impegnarsi. Moltissime ricerche come quella di Jonathan Booth, giornalista di Forbes eProfessore di Comportamento Organizzativo e Gestione delle Risorse Umane, dimostrano che uno dei motivi principali per cui i tuoi collaboratori optano per il licenziamento è la cattiva relazione col proprio titolare.

Dai uno sguardo al mio articolo Migliora la tua leadership con Manuagere l’HR formato tasca, per aiutarti nel ruolo spinoso del boss!

2  – Motivi di Licenziamento: Lavoro Noioso e senza stimoli

Assicurarsi che ogni tuo collaboratore si senta coinvolto e stimolato dal proprio lavoro è fondamentale.

Se ti dovessi accorgere che un membro della tua squadra opera quasi roboticamente, senza più energia, affrontalo subito ed insieme cercate di discutere le eventuali soluzioni.

A volte riuscire nell’intento può sembrare più difficoltoso del previsto, o perché hai tante persone da controllare o perchè hai poco tempo. Per questa ragione ti consiglio di provare Manuagere, un sistema realizzato da noi di Fattoria dei Talenti per aiutarti a valorizzare il tuo capitale umano attraverso gamification e welfare aziendale.

Project management gestione HR in smart working capitale umano Manuagere sistema di Fattoria dei Talenti formazione e sviluppo delle risorse umane

3  – Motivi di Licenziamento: Incapacità di utilizzare il proprio talento

Non sprecare le tue risorse ma coltivale per farle crescere sempre di più!

Avere la possibilità di essere utili alla compagnia e dimostrare le proprie abilità, crea un senso di orgoglio, realizzazione e fiducia in sé stessi. I tuoi collaboratori non penseranno al licenziamento se sono convinti di partecipare attivamente allo sviluppo dell’azienda.

Ed è infatti così, se la tua azienda cresce, non è solo opera di una buona gestione dei budget, ma anche dell’operato di ogni singolo collaboratore.

La possibilità di dimostrare il proprio talento, e dare anche l’opportunità di migliorarlo, ti consentirà di tenere strette a te quelle persone che davvero fanno la differenza all’interno della tua azienda.

Anche noi di Fattoria dei Talenti ci siamo messi in gioco, sottoponendoci a nuove realtà e visioni che ad oggi ci permettono di essere un’associazione riconosciuta per la qualità dei servizi e prodotti offerti. Infatti possediamo la ISO:9001!

Quindi, ora, ho una domanda per te: Quanto vale il tuo capitale umano?

4  – Motivi di Licenziamento: Impegni Infranti

Decidere di migliorare l’azienda in modo da rendere felici e più produttivi i propri collaboratori non è mai un male, anzi, è ciò che aiuta davvero ad aumentare l’energia e la positività degli ambienti lavorativi.

Se le persone che lavorano con te sono contente di essere lì, anche l’immagine stessa dell’azienda ne riceve beneficio.

Fai attenzione però a non infrangere le promesse!

Nel momento stesso in cui decidi di dare la tua parola ad un collaboratore su un determinato fatto, cerca di mantenerla. Questo aumenterà la fiducia che ha in te o nella tua azienda.

Perderai ogni credibilità nel momento stesso in cui non rispetterai il patto, e non solo agli occhi di una persona ma ogni collaboratore inizierà a dubitare di te e di conseguenza le cattive voci inizieranno a girare.

HR gamification aziendale con Manuagere, il sistema di Fattoria dei Talenti leadership capitale umano

5  –  Motivazione di Licenziamento: Cultura Aziendale

Seppur la cultura aziendale sia fondamentale, non è sicuramente nella top 10 delle preoccupazioni di molti dei tuoi collaboratori.

O almeno, inizialmente. Se la tua organizzazione è mossa solamente da puri scopi economici che prevedono molto lavoro ma senza una ricompensa, sia economica che emotiva, il clima inizia a diventare poco favorevole alla serenità.

Provare ad applicare una politica di trasparenza sfruttando diversi livelli di comunicazione con l’obiettivo di avvicinare di più i tuoi collaboratori potrebbe essere un buon punto di partenza.

Si tratta quindi di riuscire a realizzare un ambiente lavorativo che stimoli, inciti e celebri le persone che lavorano, senza discriminazioni di operatività.

Come fare? Quello che ti consiglio io è di farti supportare inizialmente da un team di professionisti come noi di Fattoria dei Talenti.

Il nostro scopo sarà quello di ottimizzare il tuo capitale umano e permetterti di raggiungere la tua indipendenza, gestendo un team che risponde a te e che ti seguirebbe anche dall’altra parte del mondo.

Un ulteriore aiuto ti verrà dato attraverso Manuagere, pensato appositamente per i Manager in modo da fornirgli tutti gli strumenti necessari per svolgere il loro ruolo al meglio!

Hai bisogno di ulteriore aiuto o chiarimento? Noi di Fattoria siamo sempre a tua disposizione!

Scopri le opportunità per potenziare la formazione e la gestione delle tue Risorse Umane in azienda con il Sistema Manuagere, la piattaforma digitale progettata da Fattoria dei Talenti per te e le tue persone.

Natascia Nardi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

Leggi anche

Sono sconcertato di come tante persone che incontro nella vita privata e nel lavoro facciano fatica ad accettare il cambiamento. Niente di nuovo, lo dicono tanti consulenti e formatori da anni. Il concetto di zona di comfort è ormai molto diffuso. E allora qual è il mio contributo?
Snellire i processi, comprendere che l’azienda è una sola entità fatta di interconnessioni. Questa epoca rende ancora più urgente semplificare e trasferire a tutte le aree dell’azienda il principio dell’efficienza e dell’efficacia. Quindi, non solo la riorganizzazione della produzione, non più!
Non è abituale nel mondo della consulenza direzionale vedere cooperative. Una cooperativa di produzione e lavoro ha lo scopo di consentire ai soci di ottenere migliori condizioni di lavoro in termini di qualità e quantità, è il principio della mutualità prevalente.

Anche tu, come noi

Se anche tu, come me, ti senti un po’ manager e un po’ coltivatore e ti piace condividere il sapere e i frutti del tuo lavoro puoi essere parte di questa comunità.

Siamo qui per darti una mano!

Dicci pure come possiamo aiutarti..