Storie Correlate

Chiedere il part time è un diritto di un collaboratore concederlo è una grande responsabilità. Secondo la mia esperienza, quando ci sono troppi part-time il titolare rischia di perdere il controllo della farmacia e le motivazioni sono diverse.
Non è abituale nel mondo della consulenza direzionale vedere cooperative. Una cooperativa di produzione e lavoro ha lo scopo di consentire ai soci di ottenere migliori condizioni di lavoro in termini di qualità e quantità, è il principio della mutualità prevalente.
Un piacevole ritorno. Le nostre vite professionali si erano già incontrate due volte e in entrambi i casi abbiamo potuto..

Troppi part-time possono affondare la farmacia

Chiedere il part time è un diritto del collaboratore, concederlo è una grande responsabilità del titolare

Capita in molte farmacie che una farmacista chieda un part-time, magari a seguito di una maternità. Intendiamoci, è legittimo chiederlo e comprendo che una farmacista che diventa madre ha bisogni diversi. Il punto è che anche il titolare della farmacia ha dei bisogni da soddisfare, il primo di tutti è garantire che il suo staff sia responsabile dei risultati e opportunamente produttivo, per garantire a tutti il posto di lavoro.

Secondo la mia esperienza, quando ci sono troppi part time il titolare rischia di perdere il controllo della farmacia e le motivazioni sono diverse:

  • difficoltà ad assegnare un reparto a una collaboratrice che possa gestirlo in autonomia e quindi farlo crescere
  • costanti passaggi di consegna che disperdono tempo produttivo
  • discontinuità nell’applicare le procedure, per garantire che tutto scorra senza interruzioni
  • un numero maggiore di collaboratori da gestire che richiede abilità manageriali complesse
  • maggiori difficoltà nella selezione di nuove risorse che devono coprire le ore mancanti

E quindi?

Non spetta a me dirti quanti part time puoi concedere, ogni farmacia è una realtà unica. Posso invece dirti che prima di farlo ti devi preparare.

Come?

  • Aumenta le tue competenze manageriali, per poter gestire maggiori complessità; avrai più collaboratori da gestire e dovrai confrontarti con il loro punto di vista, dovrai ottenere degli accordi chiari e gestire eventuali contro-intenzioni quando chiederai loro di svolgere delle attività
  • Porta il tuo team al livello ottimale di produttività e fai in modo che tutti scambino in abbondanza; spiega loro cosa è un risultato e trova un accordo sul come ottenerlo
  • Quando selezioni nuove risorse, fai molta attenzione a fare scelte giuste; evita di assumere la prima persona che ti manda l’Ordine dei Farmacisti, fatti aiutare da un professionista che potrà dirti in modo predittivo se quel candidato potrà inserirti nella tua farmacia con successo; come fare? Semplice utilizzando “l’analisi del talento”, una consulenza che coadiuvata da uno strumento scientifico, mappa il talento dei candidati e la loro efficacia futura in modo predittivo
  • Fai in modo di essere attrattivo sui social, in modo particolare su Facebook e Linkedin, i migliori farmacisti del tuo territorio devono desiderare di lavorare da te; come fare a diventare attrattivo? Chiedilo a noi, la nostra divisione Digital ha le competenze per farlo

Fatti aiutare, evita di perdere il controllo della tua farmacia. Oggi più che mai la posta in gioco è molto alta e qualunque errore produce Costi di Non Qualità che non ci si può più permettere.

Ugo D’Alberto

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Leggi anche

Chiedere il part time è un diritto di un collaboratore concederlo è una grande responsabilità. Secondo la mia esperienza, quando ci sono troppi part-time il titolare rischia di perdere il controllo della farmacia e le motivazioni sono diverse.
Ti capita di pensare che hai lavorato per anni con buoni risultati e dubbie soddisfazioni? Eppure, ti sei dedicato alla tua crescita professionale, ti sei impegnato e alcuni dei tuoi traguardi li hai ottenuti.
Non è abituale nel mondo della consulenza direzionale vedere cooperative. Una cooperativa di produzione e lavoro ha lo scopo di consentire ai soci di ottenere migliori condizioni di lavoro in termini di qualità e quantità, è il principio della mutualità prevalente.
Un buon manager sa che deve tenere il controllo della sua area attraverso una corretta pianificazione. Quante volte invece si sente questa esclamazione: “non ho tempo per fare tutto quello serve, ogni giorno ci sono imprevisti che richiedono la mia attenzione”. Gli imprevisto o urgenze sono fra le prime cause del perché l’azienda non sta ottenendo i risultati desiderati.
Sono sconcertato di come tante persone che incontro nella vita privata e nel lavoro facciano fatica ad accettare il cambiamento. Niente di nuovo, lo dicono tanti consulenti e formatori da anni. Il concetto di zona di comfort è ormai molto diffuso. E allora qual è il mio contributo?
La terra in Autunno è avvolta nel silenzio. Osservando la natura circostante, in questo momento vediamo che almeno in apparenza, la sua funzionalità vitale è ridotta ai minimi termini.

Anche tu, come noi

Se anche tu, come me, ti senti un po’ manager e un po’ coltivatore e ti piace condividere il sapere e i frutti del tuo lavoro puoi essere parte di questa comunità.

Siamo qui per darti una mano!

Dicci pure come possiamo aiutarti..