Storie Correlate

Andrea è il socio più giovane di Fattoria e ha subito trasferito l’autodisciplina e l’impegno del nuoto nel lavoro.
Chiedere il part time è un diritto di un collaboratore concederlo è una grande responsabilità. Secondo la mia esperienza, quando ci sono troppi part-time il titolare rischia di perdere il controllo della farmacia e le motivazioni sono diverse.

Benvenuto Andrea

Le porte di Fattoria dei talenti si sono aperte al nuovo socio Andrea Petrini

Andrea è stato selezionato e presentato da Natascia ed è il socio più giovane di Fattoria dei talenti. Abbiamo capito subito che poteva essere uno di noi già dal primo incontro, quando gli abbiamo raccontato la nostra vision e il nostro progetto, i suoi occhi brillavano. Da bravo sportivo sa molto bene che per ottenere un risultato importante serve molta disciplina e impegno e Andrea lo fa molto bene. Di Andrea abbiamo apprezzato subito la sua energia positiva e la sua voglia di imparare nuove cose. In pochi mesi ha acquisito le basi della nostra governance ed è entrato a pieno nel concetto di scambiare in abbondanza. Vedere che il progetto di Fattoria è attrattivo per un giovane come Andrea è per noi una grande vittoria. Auguriamo tutti ad Andrea un percorso brillante nella consulenza direzionale e che possa realizzare il suo sogno pienamente. Benvenuto Andrea.

Andrea, perché hai scelto Fattoria dei Talenti?

Ho scelto Fattoria perché ho incontrato persone di valore che mi trasmettono ogni giorno stimoli positivi. Ho capito subito che avrei avuto al mio fianco persone che mi avrebbero supportato su cui poter contare sempre. Mi è piaciuto il fatto che quando si parla di risultati si parla sempre dei risultati dei nostri clienti e di quanto è bello far ottenere ai clienti le proprie mete.

Il valore più grande per me che sono il più giovane, è di avere vicino soci di spessore che hanno anni di esperienza nella consulenza direzionale, ogni momento di confronto è un momento di crescita. So di ricevere molto e per questo voglio dare tanto, per contribuire alla crescita di questo gruppo di persone veramente unico.

Sono riuscito a trovare le persone giuste che sposano un progetto dove ci si può esprimere liberamente, sento di poter condividere gli stessi valori e questa è la scintilla che ha fatto scattare l’amore per Fattoria. Respiro l’essenza dell’aiuto, della condivisione e dello scambio in abbondanza che sono gli ingredienti per crescere come azienda ma, prima di ogni altra cosa, come persona.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Leggi anche

Chiedere il part time è un diritto di un collaboratore concederlo è una grande responsabilità. Secondo la mia esperienza, quando ci sono troppi part-time il titolare rischia di perdere il controllo della farmacia e le motivazioni sono diverse.
Snellire i processi, comprendere che l’azienda è una sola entità fatta di interconnessioni. Questa epoca rende ancora più urgente semplificare e trasferire a tutte le aree dell’azienda il principio dell’efficienza e dell’efficacia. Quindi, non solo la riorganizzazione della produzione, non più!
I millenial sembra siano propensi a cambiamenti di lavoro frequente. Una scelta consapevole o la conseguenza del precariato sempre più diffuso? Qualche dato ci aiuta a capire le motivazioni e cosa un manager dovrebbe fare, per governare con successo la sua area coinvolgendo in modo adeguato i millenial.
Negli ultimi 20 anni l’ambiente di lavoro ha attraversato dei grandi cambiamenti, ma la vera rivoluzione deve ancora arrivare e sarà il fattore generazionale a provocarla.
Per noi è un piacere vedere Deborah sotto il tetto di Fattoria dei talenti e non solo perché è la prima socia ad entrare, dopo la costituzione dei soci fondatori. Deborah è una persona appassionata e carica di energia, qualità che in Fattoria dei talenti sono indispensabili.
Un buon manager sa che deve tenere il controllo della sua area attraverso una corretta pianificazione. Quante volte invece si sente questa esclamazione: “non ho tempo per fare tutto quello serve, ogni giorno ci sono imprevisti che richiedono la mia attenzione”. Gli imprevisto o urgenze sono fra le prime cause del perché l’azienda non sta ottenendo i risultati desiderati.

Anche tu, come noi

Se anche tu, come me, ti senti un po’ manager e un po’ coltivatore e ti piace condividere il sapere e i frutti del tuo lavoro puoi essere parte di questa comunità.

Siamo qui per darti una mano!

Dicci pure come possiamo aiutarti..