fdt_antonio_costantini_400x400 (1)

Antonio Costantini

Direttore Tecnico

Nasco e cresco nella città più dimenticata del Veneto e forse anche d’Italia: Rovigo, dove passo la mia adolescenza e dove studio, ma nella l’evoluzione della vita la voglia di rendermi autonomo dalla famiglia di origine, si prospetta già a 19 anni appena uscito dalle scuole superiori e appena assolti gli obblighi di leva nel corpo dei Vigili Del Fuoco.

Questa prima opportunità di uscire di casa, mi mette nella condizione di doverci dare dentro, in modo veramente incisivo, per dovermi mantenere e mi fa conoscere la vera esperienza per natura, quella del “marciapiede”, questo però mi mette anche nella condizione di non continuare gli studi universitari, per dedicarmi all’affascinante mondo della moda, dove tutte le necessità di un ragazzotto proveniente dalla campagna potevano essere esaudite, e così accadde.

Mentre la seconda opportunità e cioè quella di fare il Vigile Del Fuoco per l’anno di leva e continuare a farlo come Volontario per oltre 33 anni, sarà la cosa che mi farà comprendere, seppur molto dopo, alla veneranda età di quasi quarant’anni, quale doveva essere la mia vera strada.

A quarant’anni infatti dopo aver dedicato oltre 20 anni di vita alla moda ed al Retail nel particolare, spesi sia come commerciale, che come dirigente di azienda ed infine come imprenditore, sono stato folgorato da una crisi mistica di rifiuto al business che stavo vivendo ed entrato casualmente in contatto, con una promettente azienda nel campo della consulenza e della formazione, subii davvero una folgorazione!

Questa folgorazione mista d’incoscienza per la condizione in cui ero e di attrazione fatale, mi ha fatto lasciare tutto quello che avevo costruito in una vita di lavoro, ma soprattutto mi ha aiutato a togliere dalla mia pur fervida mente, tutto ciò che considerato fino a quel momento un baluardo folto di idee e presupposti che ahimè creavano una e vera propria stortura nel mio animo.

Dio benedica quel momento fatidico, perché di lì in poi compresi molte cose che sino ad allora non avevo voglia e tempo di ascoltare, prima tra tutte che avevo dei valori che ritenevo importanti, anzi fondamentali e che non li stavo alimentando; capii solo allora che facevo il Vigile del Fuoco perché mi faceva respirare un’aria vera, fatta di aiuto, di lavoro di squadra e di cose molto pratiche, tutte cose molto distanti dal mondo che mi ero sino ad allora costruito.

Il resto della mia vita lavorativa, può essere paragonata a quando un bimbo sale in uno scivolo e si lascia andare … Il nuovo mondo
legato al focus della consulenza aziendale, nell’ambito delle risorse umane, era proprio così, veloce, spensierato ma soprattutto molto emozionante e capii veramente solo in quel momento, il significato della parola “realizzazione”.

Oggi vivo per aiutare tutti coloro che necessitino di poter realizzare loro stessi, partendo dall’innumerevole numero di persone che
lavorano nelle aziende, ad esempio i complicati ed incredibili titolari ed inoltre con i loro collaboratori, non meno impicciati dei loro capi, anche se con modalità diverse;

In semplici parole mi occupo di fare in modo che:

“Il tessuto sociale Italiano migliori attraverso la mia bonifica e possa prosperare”.

Oppure letto in un altro verso:

“Fare in modo che le Aziende Italiane possano essere l’incubatore della realizzazione di ogni collaboratore”

Grazie a tutti coloro che mi hanno permesso sinora di poterlo fare

Sonia Vincenzi

Sonia Vincenzi

Posizione

Andrea Petrini

Andrea Petrini

Posizione

Ugo D'Alberto

Ugo D'Alberto

Presidente

fdt_antonio_costantini_400x400 (1)

Antonio Costantini

Direttore Tecnico

Natascia Nardi

Natascia Nardi

Posizione

Umberto Dari

Umberto Dari

Posizione

Siamo qui per darti una mano!

Dicci pure come possiamo aiutarti..